UNDER 16, IL BILANCIO DI MISTER LORIS BONESSO

Quarto appuntamento con il nostro viaggio all’interno del settore giovanile del Rimini F. C., dopo la decisione della Federazione di terminare anzitempo la stagione causa l’emergenza Covid-19. E’ il turno di mister Loris Bonesso, tecnico della formazione Under 16, che traccia così un bilancio della stagione vissuta assieme ai propri ragazzi.

“Stiamo vivendo una situazione incredibile, sembra di essere in un film di fantascienza, uno di quegli eventi che ci fanno capire quanto siamo vulnerabili. Anche se nel corso della storia si sono verificate pandemie o eventi simili, credo non avremmo mai pensato di vivere in prima persona una cosa di tali proporzioni. All’inizio, quando la situazione non si era manifestata in tutta la sua gravità, speravamo in una ripresa entro poche settimane. Poi lo stop si è rivelato inevitabile”. Nonostante tutto anche i ragazzi dell’Under 16, così come quelli di tutte le formazioni del settore giovanile biancorosso, tengono il motore acceso. “Ogni lunedì Matteo Rinaldi, il nostro preparatore atletico, invia a ciascuno un programma di lavoro settimanale da svolgere a casa. I nostri ragazzi, per quanto possibile in questo contesto, lo seguono con grande serietà. Dalla prossima settimana, quando sarà possibile fare un po’ di attività anche più lontano dalle proprie abitazioni, cercheremo di proporre qualcosa di più impegnativo”. Sebbene siano proprio i mesi finali quelli nei quali un allenatore ha la possibilità di valutare appieno i singoli e il gruppo, il bilancio dell’annata è comunque positivo. “Eravamo in un buon momento, abbiamo concluso con un 6-2 sulla Cavese seconda della classe, e ci mancavano ancora un po’ di partite che ci sarebbe piaciuto giocare, tra le quali naturalmente il derby. A livello statistico, considerando entrambi i gironi del campionato, eravamo il quinto attacco, un dato credo significativo. Nel complesso è stato un anno positivo, sono contento perchè i ragazzi hanno fatto vedere progressi importanti rispetto all’inizio della stagione. Soprattutto, tengo a sottolinearlo, ho avuto la possibilità di lavorare con ragazzi dalle qualità morali, oltre che tecniche, non indifferenti. Tutti hanno sempre partecipato con grande impegno e nessuno ha mai mollato”. La voglia di ricominciare è tanta. “Dopo una sosta forzata così lunga credo si riprenderà con grande entusiasmo. Per i nostri giovani tornare in campo, allenarsi e poter competere sarà una gioia immensa. Così come sarà bello tornare a vivere lo spogliatoio, una delle cose che più mancano anche quando smetti di giocare, io stesso continuo a mantenere i contatti con i compagni di squadra del Toro nella chat ‘I ragazzi del Filadelfia’. Credo questo brutto periodo sarà utile per far tornare nelle persone la voglia di fare le cose semplici, quelle che magari si davano per scontate, tornare a vivere pienamente la nostra passione sarà anche per tutti noi bellissimo”.

Ufficio stampa e comunicazione Rimini F. C.