RIMINI-CARPI 2-2

RIMINI (4-3-1-2): Meli; Finizio, Ambrosini, Codromaz, Silvestro; Montanari, Cigliano (31′ st Ventola), Calamai; Letizia (22′ st Picascia); Mendicino (18′ pt Palma), Gerardi (31′ st Ortolini). A disp.: Barone, Sala, Santovito, Cavallari, Pari, Paramatti, De Vito. All.: Colella.
CARPI (4-3-1-2): Nobile; Ligi, Sabotic, Rossoni (42′ st Simonetti), Sarzi Puttini; Saber, Pezzi (42′ st Carletti), Carta (18′ st Saric); Jelenic (33′ st Maurizi); Biasci, Cianci (33′ st Vano). A disp.: Rossini, Varoli, Bellini, Varga, Fofana, Mastaj, Boccaccini. All.: Riolfo.
ARBITRO: Maranesi di Ciampino (Politi, Pintaudi)
RETI: 46′ pt Codromaz, 49′ pt Letizia (rig.), 27′ st iasci, 49′ st Biasci (rig.)

AMMONITI: Ambrosini, Sabotic, Ligi, Pezzi, Letizia, Montanari.

ESPULSO: 21′ st Palma.

NOTE: spettatori 1.774 (paganti 581, abbonati 1.193). Angoli 0-9.

Pareggio pieno di rimpianti per il Rimini di mister Giovanni Colella, rimontato nel finale dell’ostico Carpi dopo essere stato avanti 2-0 ma aver giocato in inferiorità numerica per quasi mezz’ora. Il tecnico biancorosso opta per la difesa a 4, con Ambrosini e il debuttante Codromaz centrali, Finizio e Silvestro sugli esterni a protezione di Meli. Linea mediana di qualità e sostanza con Montanari, Cigliano e Calamai alla prima in maglia a scacchi mentre sul fronte offensivo Letizia a supporto del tandem Mendicino-Gerardi. Il primo sussulto dopo un giro di lancette con Cianci che prova la girata ma alza troppo la mira. Al 7′ Calamai scende sull’out mancino e mette in mezzo per Mendicino la cui girata di prima intenzione non trova il bersaglio. Al 17′ Sarzi Puttini crossa basso dalla sinistra, la sfera, complice una deviazione, termina sul palo e poi è preda di Meli. Un giro di lancette più tardi Mendicino è costretto a uscire per infortunio, al suo posto entra Palma. Al 28′ Gerardi serve l’accorrente Palma che prova la conclusione dalla distanza, palla a lato di un soffio. Al 42′ Saber lascia partire un diagonale insidioso, la sfera sfiora il palo. Un minuto più tardi Letizia e Palma dialogano, palla al centro per Montanari che da buona posizione non trova il bersaglio. Al 46′ i biancorossi passano. Palma mette al centro su punizione, la palla deviata da un difensore arriva a Codromaz che di testa insacca. Al 49′ Letizia recupera palla, entra in area e viene contrastato alle spalle da Ligi finendo a terra. Per l’arbitro non ci sono dubbi, è calcio di rigore. Dal dischetto lo stesso Letizia trasforma realizzando la quarta rete in maglia a scacchi. Si va al riposo con i ragazzi di mister Colella avanti 2-0. Dopo 12′ dalla ripresa delle ostilità Biasci entra in area e conclude da posizione centrale, palla a lato. Al 20′ Palma commette fallo su Saric nei pressi della panchina ospite, l’arbitro estrae il rosso diretto, Rimini in inferiorità numerica. Al 27′, sugli sviluppi di un cross dalla destra, Finizio finisce a terra dopo un contrasto, la palla arriva a Biasci che da buona posizione non lascia scampo a Meli tra le proteste dei giocatori biancorossi. Al 4′ dei 5′ di recupero concessi dall’arbitro, Saber finisce giù in area dopo un contatto con Montanari, per l’arbitro è rigore. Dagli undici metri Biasci trasforma, al “Neri” termina 2-2. Grande rammarico in casa biancorossa per non aver portato a casa una vittoria che sarebbe stata meritata. La classifica dice solo un punto, ma lo spirito e la grinta visti questo pomeriggio non possono che infondere tanta positività in chiave futura.

Ufficio stampa e comunicazione Rimini F. C.