RIMINI-TRIESTINA, LA VIGILIA DI MISTER COLELLA

Restare concentrati dal primo all’ultimo secondo del match, evitando quelle distrazioni che poi si pagano care. Questo, in sintesi, il concetto su cui mister Giovanni Colella ha più insistito alla vigilia dell’importante sfida casalinga con la Triestina (fischio d’inizio ore 15.15). “In queste tre gare mi sarei aspettato di raccogliere qualcosa, di portare a casa qualche punto. Sotto l’aspetto delle prestazioni invece i ragazzi sono stati anche bravi, in questo senso sono moderatamente soddisfatto. C’è tanto da lavorare, ma non è una sorpresa. In particolare sulla capacità di stare attenti nel tempo, questa squadra ha dei cali di concentrazione clamorosi. Ci sono momenti in cui non hai assolutamente la sensazione che gli avversari possano farti gol, poi la rete la subisci. Ci sono dei black-out incredibili. Come già detto una volta bisogna aumentare la soglia di attenzione durante la settimana, stimolando i giocatori a stare sempre attenti, coinvolgendoli”. Il tecnico biancorosso insiste su questo aspetto. “A Piacenza non abbiamo affatto subìto ma siamo tornati a casa con 3 gol. Non è possibile guardare l’analisi del match di domenica e accorgermi che, se non sapessi di aver perso, penserei di aver vinto. Perchè sotto l’aspetto del possesso palla, delle conclusioni in porta, dell’intensità nel pressing la squadra ha fatto tutto bene. Poi arrivano quei piccoli black-out che rovinano tutto. Ma è quello che vedo anche in allenamento perchè poi la domenica è la conseguenza di quello che accade in settimana”. Il condottiero del Rimini indica la sua ricetta per ovviare al problema. “Dobbiamo lavorare, remare nella stessa direzione. Chi si adegua rimane, chi non ci sta può anche andarsene. Io voglio solo gente motivata, che abbia voglia di migliorarsi singolarmente e di conseguenza far migliorare l’intera squadra. La salvezza? Una volta mi sono salvato girando con soli 9 punti e senza play-out, nulla è impossibile. Fondamentale è lavorare in un certo modo e, soprattutto, che tutti credano in quello che stiamo facendo. Se sarà così ci salveremo sicuramente, non ho il minimo dubbio”. Mister Colella parla poi della Triestina. “Al momento non stanno facendo una stagione all’altezza delle aspettative ma sicuramente è una squadra che possiede grandi qualità. Degli avversari, però, mi interessa poco. Non è l’avversario che conta, sei tu, siamo noi. Serve un salto di qualità, un cambio di marcia. E non dobbiamo aspettarlo, la svolta dobbiamo andarla a cercare, dipende tutto solo da noi”.

Ufficio stampa e comunicazione Rimini F. C.