RIMINI-VIRTUS VERONA 1-2

RIMINI (3-5-2): Scotti; Scappi (45′ st Bellante), Ferrani, Nava; Finizio (13′ st Arlotti), Candido, Van Ransbeeck, Palma, Silvestro (1′ st Picascia); Gerardi, Zamparo (22′ st Petrovic). A disp.: Santopadre, Sala, Oliana, Angelini, Ventola, Pari, Messina, Lionetti. All.: Cioffi.

VIRTUS VERONA (4-3-1-2): Giacomel; Rossi, Pellacani, Sirignano, Manfrin, Onescu, Di Paola (30′ pt Casarotto), Cazzola; Marcandella (19′ st Da Silva, 43′ st Gasperi)); Odogwu, Magrassi (43′ st Lavagnoli). A disp.: Chiesa, Danti, Manarin, Santacroce, Ferao, Pinton, Curto, Baravelli. All.: Fresco.

ARBITRO: Scatena di Avezzano (Bianchini e D’Angelo di Perugia)

RETI: 8′ st Manfrin, 19′ st Van Ransbeeck, 24′ st Odogwu.

AMMONITI: Onescu, Palma, Scappi, Da Silva, Zamparo.

ESPULSI: 35′ st Manfrin e Van Ransbeeck, 38′ st Candido.

NOTE: spettatori 1.821 (abbonati 1.193, paganti 628). Angoli 4-6.

Inaspettato passo falso casalingo per il Rimini di mister Renato Cioffi, battuto di misura al “Romeo Neri” da una cinica Virtus Verona dopo essere riuscito a recuperare il primo vantaggio scaligero. Il tecnico biancorosso disegna il tradizionale 3-5-2 con Scappi, Ferrani e Nava a protezione di Scotti. Linea mediana con Candido, Van Ransbeeck e Palma, supportati da Finizio e Silvestro sulle corsie. Fronte d’attacco affidato al tandem Gerardi-Zamparo. Il primo sussulto al 13′ quando Di Paola ci prova da fuori area, la palla viene deviata da un difensore ma è preda di Scotti che blocca senza problemi. Al 22′ Candido, dopo una bella iniziativa sulla destra, mette al centro una palla per Zamparo che non trova il giusto impatto con la sfera. Al 39′ Da Silva dialoga con Odogwu, poi ci prova dai venti metri ma la mira è alta. Al 47′ Magrassi ruba palla sulla trequarti e si invola verso la porta, sulla sua conclusione Scotti si supera e si salva in angolo. Si va al riposo sullo 0-0. Dopo 8′ dalla ripresa della ostilità gli scaligeri passano grazie a Manfrin la cui conclusione dalla distanza supera Scotti. Due giri di lancette più tardi, sugli sviluppi di una punizione battuta da Candido nei pressi del lato corto dell’area, si scatena una mischia risolta da Finizio che insacca, l’arbitro annulla per fuorigioco. Al 14′ il neoentrato Arlotti serve Palma che lascia partire una conclusione insidiosa dal limite, Giacomel chiude alla grande la saracinesca. Al 19′ i ragazzi di mister Cioffi impattano. Grande azione di Nava sulla corsia, palla al centro per Van Ransbeeck il cui rasoterra non lascia scampo a Giacomel. Dopo soli 5′ i veronesi tornano avanti con Odogwu che raccoglie un cross dalla sinistra di Manfrin e di testa insacca. Al 35′ Manfrin, che stava per essere sostituito, entra a contatto con Van Ransbeeck. Rosso diretto per il giocatore della Virtus, secondo giallo per il belga. Entrambe le squadre in dieci. Al 38′ Magrassi si invola verso Scotti e conclude, l’estremo difensore biancorosso respinge alla grande, Odogwu tenta il tap-in ma viene contrastato da Candido. Il direttore di gara concede il penalty e sventola il rosso diretto al giocatore biancorosso, Rimini in 9. Sul dischetto va Magrassi il cui tiro è respinto da Scotti. E’ l’ultimo sussulto del match, al “Neri” termina 2-1 per la Virtus.

Ufficio stampa Rimini F. C.