I RISULTATI DELLE GIOVANILI NEL FINE SETTIMANA

Campionato Under 17

Fano-Rimini 3-2 (primo tempo 2-2)

RIMINI: Mancini, Pavani, Mengucci, Aprea, Zammarchi (25′ st Travagliati), Bartolucci, De Cotis (10′ st Di Gregorio), Guidi, Accursi, Tamagnini (10′ st Venerandi), Michelucci (35′ st Pascucci). A disp.: Antonelli, Semprini, Bottini, Fabbri. All.: Vanni.

Amara sconfitta allo scadere nel derby per l’Under 17 di mister Lele Vanni, ieri caduta di misura nella tana del Fano. Una gara combattuta e ben giocata da entrambe le formazioni nella quale le occasioni migliori le ha avute proprio il Rimini al quale, probabilmente, anche il risultato di parità sarebbe andato stretto. Biancorossi in vantaggio con una grande punizione di Aprea, poi il ribaltone granata e, sul finire della prima frazione, ancora una bella conclusione di Aprea dalla distanza per il gol del 2-2. Nella ripresa i riminesi hanno avuto tre grandi occasioni per mettere la freccia ma Accursi, Di Gregorio e Pascucci, a tu per tu con il portiere, non sono riusciti a insaccare. All’ultimo minuto di recupero la beffa, la rete del definitivo 3-2 che ha regalato il derby ai padroni di casa.

Campionato Under 15

Fano-Rimini 0-0

RIMINI: Porcellini (15′ st Campedelli), Gabriele, Cicconetti, Gianfrini, Lilla (15′ st Faeti), Nastase, Alvisi, Morelli, Gerboni (15′ st Di Pollina), Pasos (20′ st Pompili), Zangoli (25′ st Lonardo). A disp: Caverzan, Proverbio, Madonna, Michelucci. All.: D’Agostino.

Prezioso pareggio corsaro, nel derby giocato ieri a Fano, per l’Under 15 guidata da mister Matteo D’Agostino. Risultato nel complesso giusto, con supremazia biancorossa nel primo tempo. Proprio in questa frazione il Rimini è andato vicino al vantaggio con Zangoli e Pasos, bene imbeccati da Gianfrini e Gerboni. Nella ripresa i granata hanno fatto qualcosa in più rispetto agli avversari rendendosi pericolosi su palle inattive, ma Porcellini e il subentrato Campedelli sono stati bravi a chiudere la saracinesca. Nel finale i biancorossi hanno avuto l’occasionissima per il colpaccio ma la conclusione di Zangoli è terminata alta.

Campionato Under 14

Cesena-Rimini 2-0 (primo tempo 0-0)

RIMINI: Jashari, Urcioli (20′ st Tamburini), Bacchiocchi, Gabellini (20′ st Cecchi), Brisku (10′ st Ciavatta), Imola, Mini (1′ st Hassler), Volonghi (15′ st Giacomini), Giometti, Cesarini, Paganini (10′ st Capicchioni). A disp.: Cerretani, Zighetti. All.: Magi.

Nulla da fare per l’Under 14 guidata da mister Lorenzo Magi che ieri, al debutto stagionale in campionato, si è dovuta arrendere al Cesena al termine di una prestazione comunque positiva. Prima frazione di marca biancorossa, sia a livello di gioco che di occasioni, tra le quali una traversa centrata da Capicchioni e due opportunità con Paganini e Giometti. Nella ripresa la maggiore fisicità dei padroni di casa si è fatta sentire e i bianconeri sono riusciti ad andare in rete due volte aggiudicandosi il derby giocato a Martorano. Per il Cesena anche una traversa mentre il Rimini ha sfiorato la rete ancora con Giometti. Per i biancorossi, al di là del risultato, una prova che lascia ben sperare in chiave futura.

Campionato Under 13

Cesena-Rimini 9-0 (3-0, 2-0, 4-0)

RIMINI pt: Di Ghionno, D’Adamo, Diarrasouba, Urbinati, Lepri, Carlini, Bernardi, Brolli, Shei. All.: Finotti.

RIMINI st: Ripari, Para, Betti, Brisku, De Gaetano, Cecchetti, Alessi, Romualdi, Graziano. All.: Finotti.

RIMINI tt: Di Ghionno (10′ Ripari), D’Adamo (10′ Para), Diarrasouba (10′ Betti), Urbinati (10′ Brisku), Lepri (10′ De Gaetano), Carlini (10′ Cecchetti), Bernardi (10′ Alessi), Brolli (10′ Romualdi), Shei (10′ Graziano). All.: Finotti.

Netta sconfitta per l’Under 13 di mister Massimo Finotti, sabato ko a Martorano nel derby con il Cesena valido per la prima giornata di campionato. Troppa la differenza tra una squadra completamente nuova e con appena un mese di allenamenti alle spalle e avversari che lavorano assieme da alcune stagioni. I biancorossi sono partiti bene, poi l’uno-due ravvicinato ha reso tutto più complicato. Nel secondo e nel terzo dei tre tempi da venti minuti ciascuno i riminesi, anche a livello mentale, hanno un poco mollato consentendo a un Cesena, più avanti sia strutturalmente che tecnicamente, di prendere il largo.