RIMINI-RENATE, LA VIGILIA DI MISTER PETRONE

La sfida che vale una stagione. Basterebbe questo per presentare Rimini-Renate, ultimo atto di questo campionato e una gara nella quale i biancorossi (proprio come i nerazzurri brianzoli) si giocano tutto in novanta minuti. Mister Mario Petrone ne è perfettamente conscio e alla vigilia del match analizza la situazione con la consueta chiarezza. “Una giornata molto particolare, aperta addirittura a tre differenti scenari: la salvezza diretta, i play-out e un terzo che non voglio nemmeno nominare o prendere in considerazione. Sarà una sfida nella quale il fattore emotivo la farà da padrone. Noi dobbiamo avere coraggio, dobbiamo osare per vincere una partita che vale un’intera stagione e la permanenza nella categoria”. Sulla strada del Rimini il Renate, appaiato in classifica ma a differenza dei biancorossi con un miglior rendimento lontano dalle mura amiche. “Non credo sarà una partita figlia delle statistiche, proprio per il fatto che entrambe le squadre si giocano tutto in novanta minuti. Chiaramente siamo contenti di giocarla a casa nostra, davanti al nostro pubblico che mi auguro ci sostenga con il consueto calore e venga allo stadio numeroso al di là di quelle che saranno le condizioni meteo. Noi dobbiamo pensare a fare la nostra partita e portare a casa il successo. Personalmente, in venti anni di carriera, è la terza volta che mi capita si decida tutto nell’ultima sfida. Fortunatamente mi è sempre andata bene”. Anche in questa occasione il tecnico biancorosso non vuol sentir parlare di calcoli. “Non guardo a cosa potrà succedere sugli altri campi, anzi metto sempre in preventivo l’ipotesi peggiore. Fino a un mese fa eravamo spacciati e aver la possibilità di raggiungere la salvezza diretta era impensabile. Dobbiamo pensare a questo e mantenere la medesima umiltà, pensare a giocare e a vincere questo incontro”. Mister Petrone indica la strada ai suoi ragazzi. “Fondamentale sarà giocare come sappiamo senza perdere la lucidità e senza farsi prendere dalla foga. Come detto in queste ultime settimane dobbiamo dimostrare di meritarci questa categoria. Dobbiamo centrare la salvezza per la società, per i tifosi, per la città intera”.

Ufficio stampa Rimini F. C.