ALBINOLEFFE-RIMINI, LA VIGILIA DI MISTER PETRONE

Osare per vincere”. E’ riassunto tutto qui il Mario Petrone-pensiero alla vigilia della fondamentale sfida in programma domani, all’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, nella tana dell’Albinoleffe. Per il Rimini, dopo il pareggio casalingo con il Fano, ancora uno scontro diretto in chiave salvezza da affrontare come una finale. “Per noi sono tutte finali, a cominciare da quella di domani che è una sfida fondamentale. Domenica scorsa con il Fano è stata una gara dai due volti. Nel primo tempo la squadra è scesa in campo con lo spirito giusto e ha giocato per ottenere un risultato importante, nella ripresa sono subentrate alcune paure che hanno condizionato la prestazione. Se domani saremo quelli del primo tempo non posso che essere fiducioso”. Il tecnico biancorosso guarda positivo. “Lo sono perchè in settimana ho visto i ragazzi lavorare con grande dedizione, abbiamo analizzato la prova di domenica e si sono resi di quello che sono in grado di fare. Dobbiamo osare per vincere, non giocare per il punticino ma per la vittoria. Domani abbiamo un solo risultato a disposizione. Dobbiamo fare di tutto per centrare questa salvezza e dare continuità al progetto. Il Rimini è una società seria, realtà di questo tipo bisogna tenersele strette. Il presidente Grassi, con il quale c’è un rapporto quotidiano, farebbe qualunque cosa per salvare questa squadra. Adesso tocca a noi”. L’ultima battuta riguarda gli avversari. “Li conosciamo, li abbiamo studiati. L’Albinoleffe è una squadra di qualità che dispone di elementi di categoria superiore. Come sempre, più che all’avversario, preferisco essere concentrato sulla mia squadra. A Bergamo andiamo per i 3 punti, senza fare calcoli, l’unica cosa certa è che una vittoria ci può cambiare la stagione”.

Ufficio stampa Rimini F. C.