RIMINI-RAVENNA 0-1

RIMINI (3-5-2): Scotti; Venturini, Ferrani, Nava v.; Kalombo, AlImi, Candido (1′ st Cicarevic), Montanari (22′ st Palma), Guiebre; Volpe (1′ st Buonaventura), Arlotti (dal 32′ st Piccioni). A disp.: Nava G., Brighi, Variola, Petti, Marchetti, Bandini, Pierfederici. All.: Martini.
RAVENNA (3-5-2): Venturi; Boccaccini, Jidayi, Lelj; Eleuteri, Papa, Selleri (44′ st Sabba), Bresciani, Esposito (34 st Siani); Nocciolini (34′ st Gudjohnsen), Galuppini (27′ st Trovade). A disp.: Sangiorgi, Barzaghi, Ronchi, Scatozza, Gudjohnsen, Raffini, Siani, Sabba. All.: Foschi.

ARBITRO: Di Graci di Como (De Ambrosis, Bertelli).

RETE: Esposito al 25′ pt.

AMMONITI: Guiebre, Bresciani, Montanari, Buonaventura, Esposito, Siani, Venturini.

NOTE: spettatori 2.833 (1.572 paganti, 1.261 abbonati). Angoli: 10-4.

Brutta sconfitta nel derby per il Rimini di mister Marco Martini, superato di misura al “Romeo Neri” dal Ravenna guidato dall’ex Luciano Foschi. Il tecnico biancorosso si affida all’ormai tradizionale 3-5-2 con Venturini, Ferrani e Valerio Nava, preferito a Petti, a protezione della porta difesa da Scotti. Linea mediana con il rientrante Kalombo e Guiebre sugli esterni, Alimi, Candido e Montanari centrali. Palma parte dalla panchina. Fronte offensivo affidato al tandem Arlotti-Volpe. Il primo sussulto dopo 2′ di gioco quando Esposito, su punizione dai venti metri, costringe Scotti alla deviazione in angolo. Due giri di lancette più tardi, sugli sviluppi di un angolo per i bizantini, Lelj da ottima posizione spedisce fuori di piatto. Al 12′ Guiebre, ben pescato da Montanari, lascia partire una conclusione insidiosa che costringe Venturi a chiudere l’angolino e rifugiarsi in corner. Al 25′ i giallorossi passano grazie a un calcio d’angolo da manuale di Esposito, la parabola disegnata dal giocatore ravennate si infila all’incrocio dei pali. Si va al riposo con gli ospiti avanti 1-0. Al 13′, sugli sviluppi di un corner, si accende una mischia nell’area giallorossa, l’ultimo tocco è di Ferrani ma Venturi sbroglia la situazione smanacciando la sfera. Sei minuti più tardi, ancora da un tiro dalla bandierina, tre biancorossi mancano l’appuntamento con il pallone poi Buonaventura rimette in mezzo di testa ma la difesa giallorossa si salva. Al 35′ Palma avanza palla al piede e allarga per Kalombo il cui traversone viene bloccato da Venturi. Al 36′, con il Rimini proteso in avanti, Trovade vede Scotti fuori dai pali e prova a sorprenderlo tirando dalla propria metà campo, la palla sfiora il palo. Un giro di lancette più tardi Papa rischia grosso deviando un traversone dall’out mancino di Guiebre. All’ultimo dei 5′ di recupero Trovade serve Gudjohnsen che da ottima posizione si fa ipnotizzare da Scotti in uscita disperata. E’ l’ultima emozione del derby, al “Neri” termina 1-0 per il Ravenna.

Ufficio stampa Rimini F. C.