RIMINI-IMOLESE 2-0

RIMINI (3-5-2): Nava G.; Venturini, Ferrani, Nava V.; Kalombo, Simoncelli (26′ st Alimi), Palma, Montanari (42′ st Variola), Guiebre; Arlotti (42′ st Cicarevic), Piccioni (18′ st Volpe). A disp.: Scotti, Brighi, Buonaventura, Petti, Viti, Marchetti, Candido. All.: Martini.

IMOLESE (4-3-1-2): Rossi; Boccardi (1′ st Sciacca), Checchi, Carini, Fiore; Saber (34′ st Bensaja), Carraro, Valentini (18′ st Gargiulo); Mosti (41′ st De Marchi); Giovinco (18′ st Cappelluzzo), Lanini. A disp.: Turrin, Tissone, Giannini, Zucchetti, Ranieri, Rossetti. All.: Dionisi.

ARBITRO: Carella di Bari (Dell’Università, Rabotti).

RETI: 38′ pt Ferrani, 46′ st Volpe (rig.)

AMMONITI: Giovinco, Simoncelli, Guiebre.

NOTE: spettatori 1.686 (paganti 425, abbonati 1.261). Angoli: 7-7. Prima dell’inizio del match osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Rino Zangheri, ex presidente del Rimini Baseball, scomparso nel pomeriggio.

Pronto riscatto del Rimini di mister Marco Martini che, dopo gli amari passi falsi contro Teramo e Feralpisalò, al “Romeo Neri” supera meritatamente la rivelazione Imolese. Il tecnico biancorosso si affida al tradizionale modulo, con Venturini, il rientrante Ferrani e Valerio Nava in difesa. Sulla mediana il trio Simoncelli-Palma-Montanari supportati sulle corsie da Guiebre e Kalombo, quest’ultimo molto attivo anche in fase di copertura. In avanti la coppia Arlotti-Piccioni. Dopo un avvio di gara giocato a buoni ritmi ma privo di grandi occasioni, la prima vera emozione arriva al 21 quando Arlotti ruba palla a centrocampo e innesca Kalombo, grande discesa del numero 26 che mette al centro per Piccioni la cui conclusione si stampa sulla traversa. Al 38′ il Rimini passa. Palma batte un calcio piazzato dalla trequarti, pregevole inserimento di Ferrani che non lascia scampo a Rossi. Allo scadere del tempo regolamentare Simoncelli riceve palla sulla trequarti e conclude da posizione centrale, la sfera termina di poco alta. Al 47′ Giovinco scodella al centro dalla bandierina, l’incornata di Cecchi sorvola la traversa. Si va al riposo con i biancorossi avanti 1-0. Dopo 4′ dalla ripresa delle ostilità grande ripartenza del Rimini con Arlotti che allarga sul Kalombo sulla destra, l’ex Pro Piacenza chiude il triangolo e la conclusione di Arlotti a botta sicura, dopo il bel velo di Piccioni, viene deviata sopra la traversa dalla provvidenziale chiusura di Checchi. Due giri di lancette più tarsi Saber viene contrastato in area da Nava in uscita e termina a terra, il direttore di gara lascia correre e concede il corner. Al 9′ lo stesso Saber lascia partire un tiro-cross che, sporcato da Montanari, termina sulla parte alta della rete. Al 12′ Valentini riceve palla al centro dell’area e con una bella rovesciata centra in pieno il legno. Al 23′, sugli sviluppi di un corner, Cappelluzzo contrastato da Simoncelli cade in area, anche in questo caso per il direttore di gara è tutto regolare. Al 25′ Mosti ci prova direttamente su punizione, da posizione defilata, la sfera termina di poco alta. Al 44′ Volpe lancia Alimi che viene steso in area da Rossi, in disperata uscita. L’arbitro indica il dischetto. Dagli undici metri Volpe non sbaglia e chiude il match. E’ l’ultimo atto della sfida che termina 2-0 per i ragazzi in maglia a scacchi. Con questi 3 punti il Rimini sale in classifica a quota 30. E martedì, sempre sul rettangolo verde di piazzale del Popolo, arriverà la Ternana per il recupero dell’incontro sospeso per nebbia lo scorso 30 dicembre (si ripartirà dal minuto 19).

Ufficio stampa Rimini F. C.