RIMINI-FERALPISALO’ 1-3

RIMINI (3-5-2): Nava G.; Venturini, Marchetti, Nava V.; Kalombo (39′ st Simoncelli), Montanari, Alimi (31′ st Cicarevic), Candido (25′ st Palma), Guiebre; Arlotti (39′ st Piccioni), Volpe (31′ st Buonaventura). A disp.: Scotti, Brighi, Variola, Petti, Viti, Pierfederici. All.: Martini.

FERALPISALO’ (4-3-2-1): De Lucia; Legati, Cannini, Giani, Contessa; Guidetti (12′ st Magnino), Pesce, Scarsella; Vita, Maiorino; Caracciolo (39′ st Marchi Mattia). A disp.: Livieri, Arrighi, Mordini, Ambro, Libera, Miceli, Marchi Paolo. All.: Toscano.

ARBITRO: Miele di Torino (Magri, Meocci).

RETI: 24′ st Maiorino, 27′ st Caracciolo (rig.), 38′ st Palma, 46′ st Marchi Mattia.

AMMONITI: Marchetti, Giani.

NOTE: Spettatori 1.583 (abbonati 1.261, paganti 322). Angoli: 4-5.

Seconda sconfitta consecutiva per il Rimini di mister Marco Martini che, dopo l’amaro ko rimediato sabato a Teramo, cade in casa sotto i colpi di una cinica Feralpisalò (primo passo falso stagionale per i ragazzi in maglia a scacchi al “Neri”). Il tecnico biancoroso si affida all’ormai tradizionale 3-5-2 schierando Marchetti al centro della difesa, al posto dello squalificato Ferrani, con Venturini e Valerio Nava sugli esterni. Linea mediana con Montanari, Alimi e Candido, con Kalombo, all’esordio dal primo minuto, e Guiebre sulle corsie. In avanti Arlotti, al rientro dopo il fastidio al ginocchio, e Volpe. Il primo sussulto al 4′ quando Vita mette al centro dalla destra, il colpo di testa di Caracciolo viene bloccato da Nava. Al 17′ Montanari allarga sulla destra per Kalombo, cross dell’esterno biancorosso per Volpe che conclude di prima intenzione, palla di poco a lato. Al 27′ Montanari lascia partire un missile improvviso dalla distanza, la palla colpisce l’incrocio dei pali. Pochi secondi dopo lo stesso Montanari pesca in area Volpe che conclude ma non inquadra il bersaglio. Al 43′ Arlotti riceve palla sulla trequarti, avanza e prova il rasoterra, De Lucia si distende e blocca a terra. Si va al riposo sul risultato di 0-0. Al 11′ Scarsella prova la conclusione ma la mira è alta. Tre minuti più tardi Volpe avanza sulla sinistra, si accentra e conclude ma la sfera viene ribattuta da un avversario, la palla arriva a Candido che ci prova da fuori area ma non trova il bersaglio. Al 19′ Candido mette al centro su calcio piazzato, grande incornata di Venturini e altrettanto bella la risposta di De Lucia che vola e si rifugia in angolo. Al 22′ Maiorino conclude da posizione centrale, Nava respinge. Un giro di lancette più tardi i bresciani passano grazie a una gran conclusione di Maiorino che, forse complice una deviazione di un difensore, supera Nava. Due minuti più tardi gli ospiti calano il bis. Vita entra a contatto in area con Marchetti e termina a terra, l’arbitro indica il dischetto. Dagli undici metri Caracciolo non sbaglia. Al 35′ Maiorino lascia partire una conclusione insidiosa dalla distanza che si stampa sul palo. Al 37′ Cicarevic riceve palla in area sul contrasto di Giani termina a terra, anche in questo caso il direttore di gara non ha esitazioni e concede la massima punizione. Sul dischetto va Palma che accorcia le distanze. Al 44′ vibranti proteste biancorosse per un presunto fallo di mano in area di un difensore, sul pressing di Simoncelli, l’arbitro lascia correre. Al primo dei quattro minuti di recupero la Feralpisalò chiude il match con il riminese Mattia Marchi, abile a conquistare il pallone a centrocampo e dopo essersi involato verso la porta a battere Nava. L’ex biancorosso, proprio come in occasione della gara di andata, non esulta. E’ l’ultima emozione del match che termina 3-1 per i bresciani. Sabato al “Neri” arriva l’Imolese.

Ufficio stampa Rimini F. C.