TERAMO-RIMINI, LA VIGILIA DI MISTER MARTINI

Scatta domani quello che potrebbe essere definito il filotto della verità, al secolo la serie di 5 sfide in appena 15 giorni che sveleranno molto di quello che sarà il destino del Rimini in questa stagione. Si comincia domani a Piano d’Accio, nella tana del Teramo (fischio d’inizio ore 18.30), una gara senza ombra di dubbio pregna di significati. Così mister Marco Martini alla vigilia del match. “Ci attende una partita delicata, molto insidiosa per tutta una serie di motivi. Una gara molto importante perché si tratta di uno scontro diretto, perché è sentita, per il fatto che giocheremo in un ambiente molto caldo e contro un avversario arrabbiato, reduce da 3 sconfitte e un pareggio nelle ultime 4 uscite. Il Teramo è una formazione che sa giocare, è ruvida, aggressiva. In fase di non possesso sanno spezzare il gioco ed è la formazione che nel girone B ha collezionato il maggior numero di cartellini gialli, 57. Mi aspetto dunque un avversario che cercherà di non farci ragionare, che partirà a mille, tanto che nei primi minuti riescono quasi sempre a mettere sotto gli avversari”. Il tecnico biancorosso indica così la rotta ai propri ragazzi. “Ultimamente hanno raccolto poco ma a livello di prestazione non sono mai mancati. E’ chiaro che come tutti hanno dei difetti, noi dovremo cercare di farli emergere e sfruttarli per metterli in difficoltà. Inizialmente dovremo essere bravi a reggere l’urto ma in generale, per tutta la gara, serviranno il massimo di attenzione e determinazione. Solo con queste componenti potremo affrontare al meglio un impegno di questo tipo”.

Ufficio stampa Rimini F. C.