PUNTO DI CARATTERE PER LA BERRETTI A VERONA

Virtus Verona-Rimini 3-3 (primo tempo 0-1)

RIMINI: Mancini, Zanni (32′ st Cristiani), Magi, Ceccarelli, Guarino, Pari (39′ st Amaducci), Sparaventi, Innocentini, Stella (32′ st Greco), Marconi (30′ pt Pellanda), Osayande. A disp.: De Marzo, Sapori, Borghini, Semprini, Rosti, Bargelli. All.: Cinquetti.

Pareggio di carattere per la Berretti di mister Giordano Cinquetti, sabato nella tana della Virtus Verona, anche se non manca un pizzico di rammarico per i 6′ di black-out che sono costati un successo che, per il gioco espresso e le occasioni prodotte, sarebbe stato meritato. Il Rimini ha preso in mano le redini del gioco e sbloccato il risultato con Osayande, abile a puntare verso l’area avversaria, dribblare l’estremo difensore e depositare nel sacco. I biancorossi hanno poi avuto 3 occasioni importanti per andare sul doppio vantaggio e mettere una bella ipoteca sul risultato, occasioni non concretizzatesi per un soffio. Dopo un avvio di ripresa con lo stesso spartito della prima frazione i veronesi hanno trovato il gol del pareggio e nel giro di 6 minuti altre due volte la via della rete portandosi sul 3-1. Superata la fasa critica i riminesi si sono riorganizzati mostrando grande capacità di reazione. I ragazzi di Cinquetti hanno prima accorciato le distanze con Pari, bravo a trasformare un rigore concesso per fallo su Sparaventi, poi lo stesso Sparaventi ha realizzato il 3-3 con un bel tiro a incrociare che non ha lasciato scampo al portiere. Nel finale il Rimini ha avuto anche la possibilità di mettere la freccia ma la difesa rossoblù si è salvata. Per i biancorossi un punto prezioso e una reazione, da grande squadra, che lascia ben sperare in chiave futura.

Prossimo impegno, dopo la sosta natalizia, il 12 gennaio al “Romeo Neri” con il Ravenna.

Ufficio stampa Rimini F. C.