I RISULTATI DELLE GIOVANILI NEL FINE SETTIMANA

Campionato Berretti

Rimini-Gubbio 1-2 (primo tempo 0-0)

RIMINI: Mancini, Cristiani (36′ st Zanni), Magi, Ceccarelli, Guarino, Pari, Amaducci (24′ st Sparaventi), Innocentini, Stella (24′ st Greco), Marconi (36′ st Pellanda), Osayande. A disp.: De Marzo, La Montagna, Borghini, Bargelli. All.: Cinquetti.

Sconfitta amara per la Berretti (nella foto) di mister Giordano Cinquetti, sabato caduta tra le mura amiche per mano del Gubbio. Una gara aperta, quella andata in scena al “Romeo Neri”, con occasioni da entrambe le parti. I biancorossi, opposti a una formazione molto fisica, hanno disputato una prestazione positiva ma non sono riusciti a concretizzare le opportunità create. Tra queste due episodi molto dubbi nell’area umbra sui quali il direttore di gara ha lasciato correre tra le vibranti proteste dei padroni di casa. In avvio di ripresa gli eugubini hanno sbloccato il risultato su punizione, poi il Rimini ha pareggiato grazie a una rete di Osayande, abile a battere il portiere con una precisa conclusione. Gli ospiti hanno raddoppiato su un errato disimpegno in uscita della difesa biancorossa poi, nonostante la reazione dei riminesi, il risultato non è più cambiato.

Campionato Under 17

Virtus Verona-Rimini 0-2 (primo tempo 0-0)

RIMINI: Bascucci, Santarini (30′ st Di Fino), Giovannini, Caldari, Crescentini, Manfroni, Angelini (15′ st Canini A.), Ceccarelli (25′ st Tonini), Antonioli, Montebelli, Pecci. A disp.: Lazzarini, Brolli. All.: Vanni.

Grazie a una doppietta siglata nella ripresa da Montebelli l’Under 17 di mister Lele Vanni domenica ha ripreso la propria marcia, riscattando la brutta prestazione della settimana precedente. A dispetto delle numerose assenze, domenica i biancorossi hanno dominato l’incontro ma nella prima frazione, nonostante due ghiotte occasioni capitate sui piedi di Antonioli e Pecci, la porta veronese è rimasta inviolata. Stesso copione nella ripresa ma questa volta il Rimini è riuscito a concretizzare i propri sforzi grazie a Montebelli che prima ha timbrato accentrandosi dalla sinistra e battendo il portiere con un preciso destro, poi ha raddoppiato, sfruttando un cross, con una bella conclusione di interno. Sul doppio vantaggio i biancorossi hanno controllato la situazione senza correre particolari pericoli e portando a casa con pieno merito i tre punti.

Campionato Under 15

Virtus Verona-Rimini 1-2 (primo tempo 0-2)

RIMINI: Tuppolano, Drammis (10′ st Cavioli), D’Orsi, Rushani, Zaghini, Bracci, Pozzi, Barbatosta (20′ st Bianchi), Giunchi, Fabbri (10′ st Del Monaco), Tamai (20′ st Bedetti). A disp.: Porcellini, Sammaritani, Guidi, Tommasini. All.: D’Agostino.

Colpo esterno dell’Under 15 di mister Matteo D’Agostino, domenica corsara sul terreno della Virtus Verona. I biancorossi sono partiti subito forte e dopo due tentativi di Fabbri e Tamai hanno sbloccato il risultato con Pozzi, ben assistito da Barbatosta, al termine di una bella azione corale. Nonostante un campo che non ha certo favorito il bel gioco, il Rimini ha prodotto buone trame e, dopo aver sfiorato il raddoppio in altre tre occasioni, lo ha trovato grazie a un rigore trasformato da Giunchi. Ripresa nel complesso equilibrata con i lanci lunghi degli scaligeri che hanno creato qualche apprensione alla retroguardia romagnola. Nel finale i rossoblù hanno accorciato le distanze su corner ma al triplice fischio è stato il Rimini a far festa per il meritato successo.

Campionato Under 14

Rimini-Carpi 0-3 (primo tempo 0-1)

RIMINI: De Michele, Caverzan (20′ st Di Pollina), Pellegrini, Morelli (26′ st Zamagni), Lilla, Nastase (31′ st Vasjari), Proverbio (1′ st Cicconetti), Gianfrini, Gerboni (31′ st Pasquinelli), Alvisi (26′ st Madonna), Zangoli. A disp.: Cerretani, Lonardo, La Motta. All.: Finotti.

All’Under 14 di mister Finotti non è bastata una prova nel complesso positiva per portare a casa un risultato utile domenica con il Carpi. L’equilibrio della prima frazione è stato rotto da un calcio di rigore che ha permesso agli emiliani di andare al riposo in vantaggio. In avvio di ripresa gli ospiti hanno raddoppiato, ancora una volta dal dischetto. Una doccia fredda che ha comprensibilmente fatto un poco demoralizzare i riminesi che, comunque, hanno provato a giocarsela e ad accorciare le distanze. Nel finale, con i biancorossi sbilanciati in avanti, il terzo gol del Carpi che ha messo il punto esclamativo al match.

Campionato Under 13

Rimini-Carpi 1-2 (0-1, 1-0, 0-1)

RIMINI pt: Jashari, Imola, Tamburini, Muratori, Cecchi, Gabellini, Rubino, Capicchioni, Giometti. All.: Serafini.

RIMINI st: Jashari, Volonghi, Rama, Gabellini (8′ Tamburini), Urcioli, Ciavatta, Brisku, Sposato, Paganini. All.: Serafini.

RIMINI tt: Jashari, Imola (16′ Paganini), Tamburini (13′ Urcioli), Cecchi (10′ Volonghi), Rama (9′ Muratori), Gabellini, Rubino (16′ Sposato), Capicchioni (16′ Ciavatta), Brisku (16′ Giometti). All.: Serafini.

Sconfitta di misura per l’Under 13 di mister Alessio Serafini, sabato battuta al “Romeo Neri” dalla capolista Carpi laureatasi campione d’inverno. Emiliani decisi a conquistare il risultato in ogni modo, anche con un pizzico di esasperazione, tra proteste, palle spazzate e addirittura un ammonito, cosa difficilissima da vedere in gare con in campo calciatori così giovani. I baby biancorossi hanno, come di consueto, cercato di fare la gara e di giocare la palla ma hanno faticato a trovare gli spazi. Gli ospiti, infatti, si sono chiusi a bunker cercando poi di ripartire con lanci lunghi sperando ne scaturisse qualche occasione. Proprio in due situazioni di questo tipo, sulle quali i riminesi avrebbero comunque dovuto fare maggiore attenzione, il Carpi ha realizzato le due reti che hanno deciso il match. Risultato a parte, il Rimini ne è uscito a testa alta confermando di essere sulla strada giusta, specie dal punto di vista della mentalità.

Ufficio stampa Rimini F. C.