RIMINI-ALBINOLEFFE 3-2

RIMINI (4-2-3-1): Nava; Venturini (27′ pt Guiebre), Brighi (33′ st Marchetti), Ferrani, Petti; Montanari (33′ st Variola), Danso (1′ st Alimi); Simoncelli, Candido, Arlotti (20′ st Buonaventura); Volpe. A disp.: Scotti, Buscè, Cicarevic, Cecconi, Cavallari, Battistini, Badjie. All.: Acori.

ALBINOLEFFE (3-5-2): Coser; Mondonico, Gavazzi (1′ st Gusu), Stefanelli; Gelli (33′ st Coppola), Agnello, Sbaffo, Giorgione, Ruffini; Kouko, Sibilli (13′ st Ravasio). A disp.: Cortinovis, Micheli, Colombi, Nichetti, Romiz, Mandelli. All.: Marcolini.

ARBITRO: Repace di Perugia (Abruzzese, Pappagallo).

RETI: 3′ pt Simoncelli, 8′ pt Agnello, 18′ pt Sibilli, 5′ st Guiebre, 45′ st Ferrani.

AMMONITI: Simoncelli, Alimi, Petti.

NOTE: spettatori 1.823 (abbonati 1.261, paganti 562). Angoli: 4-4.

Il Rimini di mister Leo Acori torna al successo superando, nel fortino del “Romeo Neri”, l’Albinoleffe al termine di un match combattuto e ricco di emozioni. Il condottiero di Tordandrea disegna il tradizionale 4-2-3-1 con le novità Nava tra i pali al posto di Scotti e il ritorno in campo di Arlotti, dopo l’infortunio al piede, che indossa la fascia di capitano. L’avvio è pirotecnico. Nemmeno il tempo di prendere le misure che i biancorossi passano. Candido pesca bene in profondità Volpe, l’attaccante di Benevento allarga intelligentemente sulla destra per l’accorrente Simoncelli che con un potente diagonale sul secondo palo insacca. Dopo soli 5′ gli orobici impattano con Agnello, che raccoglie un cross dalla destra di Giorgione e batte Nava. Al 10′ Petti lascia partire una precisa rasoiata dalle retrovie che libera Volpe, la punta biancorossa avanza palla al piede e si presenta davanti a Coser ma la sua conclusione viene respinta dall’estremo difensore in uscita. Un minuto più tardi lo stesso Giorgione mette al centro dall’out mancino per Sibilli la cui incornata termina di poco a lato. Al 18′ l’Albinoleffe mette la freccia. Gelli appoggia per Sbaffo che mette in mezzo, Sibilli di prima intenzione batte Nava con un destro dal limite dell’area piccola. Al 35′ Agnello lascia partire un rasoterra improvviso dalla distanza, Nava si distende e respinge. Al 39′, sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti, si innesca una mischia nell’area biancorossa, la palla arriva sui piedi di Sibilli che conclude ma Nava salva in calcio d’angolo. Al 46′, sugli sviluppi di un tentativo di Guiebre respinto dalla difesa, la palla arriva a Candido che lascia partire un bel sinistro, Coser si supera e si salva in angolo. Si va al riposo con i blucelesti avanti 2-1. Dopo 3′ dalla ripresa delle ostilità Candido scodella al centro dalla bandierina, Ferrani incorna da buona posizione ma Coser chiude ancora una volta la saracinesca. E’ il preludio al gol che arriva due giri di lancette più tardi. Guiebre dialoga con Volpe che controlla e chiude il triangolo, il preciso diagonale del numero 11 biancorosso vale il 2-2. Al 20′ Gelli recupera palla sulla trequarti e conclude dal limite scheggiando la parte alta della traversa. Tre giri di lancette più tardi gli orobici ripartono in contropiede, sfera a Giorgione che ci prova dalla distanza ma non inquadra il bersaglio. Al 32′ st, sugli sviluppi di un corner, la palla arriva a Stefanelli che conclude da posizione defilata, palla alta sopra la traversa. Al 42′ Candido lascia partire una conclusione insidiosa dalla distanza, Coser si distende e sventa la minaccia. Allo scadere del tempo regolamentare i biancorossi si riportano avanti. Angolo di Candido e incornata vincente di Ferrani, è il 3-2 che vale il prezioso successo. Con questi 3 punti fondamentali il Rimini sale a quota 18 in classifica.

Ufficio stampa Rimini F. C.