RIMINI-FERMANA 2-0

RIMINI (4-2-3-1). Scotti; Venturini, Brighi, Ferrani, Petti; Montanari, Danso; Simoncelli (48′ st Variola9, Candido (31′ st Badjie), Guiebre; Volpe (43′ st Cecconi). A disp.: Nava, Buscè, Buonaventura, Cicarevic, Serafini, Viti, Marchetti, Cavallari, Battistini. All.: Acori.

FERMANA (4-3-1-2): Ginestra; Clemente, Scrosta, Sarzi Puttini, Iotti; Misin (34′ st Fofana), Giandonato (25′ st Cognigni), Urbinati; D’Angelo (25′ st Zerbo); Lupoli (34′ st Cremona), Maurizi (41′ st Da Silva). A disp.: Marcantognini, Calzola, Guerra, Nasic, Malavolta, Marozzi, Palumbo. All.: Destro.

ARBITRO: Zufferli di Udine (Caso, Pascali).

RETI: 21′ st Volpe, 24′ st Ferrani.

AMMONITI: Montanari, Ferrani, Volpe, Maurizi, Danso.

NOTE: spettatori 2.645 (abbonati 1.261, paganti 1.384). Angoli 1-4.

Pronto riscatto del Rimini che, al “Romeo Neri”, supera meritatamente la capolista Fermana e centra il primo successo dell’era Acori ter. Il tecnico biancorosso conferma il 4-2-3-1 con Brighi partner di Ferrani al centro della difesa e il tandem Venturini-Petti sulle corsie. A protezione della difesa la coppia Montanari-Danso mentre sul versante offensivo il trio velocità e fantasia composto da Simoncelli, Candido e Guiebre a supporto di Volpe. La gara, pur se molto combattuta e giocata con grande impegno da entrambe le formazioni, per la prima mezz’ora è decisamente avara di occasioni significative. Si giunge dunque al 36′ quando Giandonato ci prova direttamente dalla bandierina del calcio d’angolo, capitan Scotti non si fa sorprendere e respinge con efficacia. Al 41′, sugli sviluppi di un cross di Guiebre respinto della difesa ospite, la palla arriva a Danso che di sinistro conclude dalla distanza, la mira è alta. Al 43′ Candido, da posizione defilata, su calcio piazzato disegna una parabola insidiosa, la palla sfiora il palo alla destra di Ginestra. Al 47′ Giandomenico ci prova su punizione dai venti metri, la sfera termina a lato. Si va al riposo sullo 0-0. Dopo 2′ dalla ripresa delle ostilità Clemente mette in mezzo dalla destra un rasoterra insidioso, nessun compagno arriva sul pallone, poi la retroguardia biancorossa allontana. Quattro minuti più tardi, sull’altro fronte, Simoncelli dialoga bene con Candido e mette al centro, anche in questo caso la difesa sventa la minaccia. Al 13′ Lupoli prova il sinistro dalla lunga distanza, Scotti si distende e spedisce in angolo. Minuto 17. Giandonato mette in mezzo su calcio piazzato dalla trequarti, Urbinati di testa mette a lato. Sul capovolgimento di fronte bella iniziativa di Candido che poi lascia partire un sinistro insidioso, Ginestra è reattivo e blocca. Al 21′ il Rimini passa. Candido allarga intelligentemente per Simoncelli che mette al centro, Volpe appostato sul secondo palo, con la complicità di Clemente, insacca. Dopo soli 3′ arriva anche il raddoppio. Candido, dalla trequarti, mette in mezzo su punizione, stacco imperioso di Ferrani che manda la palla alle spalle di Ginestra. Al 27′ il neoentrato Zerbo ci prova su punizione dalla distanza, Scotti respinge. Al 35′ Volpe avanza sulla mancina e dal limite conclude di sinistro, Ginestra blocca a terra. Al 46′ Urbinati prolunga di testa per Cremona che incorna, grande intervento di Scotti che salva la propria porta. E’ l’ultima emozione del match, al “Romeo Neri” termina 2-0 per i biancorossi che in classifica salgono a quota 11 punti.

Ufficio stampa Rimini F. C.