GUBBIO-RIMINI 3-0

GUBBIO (4-3-1-2): Marchegiani; Tofanari, Espeche, Piccinni, Pedrelli; Casoli, Benedetti, Malaccari (18′ st Conti); Casiraghi (18′ st Battista); Plescia (7′ st De Silvestro), Marchi (33′ st Paramatti). A disp.: Battaiola, Montanari P., Lo Porto, Paolelli, Nuti, Tavernelli, Ricci, Campagnacci. All.: Sandreani.

RIMINI (4-2-3-1): Scotti; Venturini, Ferrani, Petti, Viti (1′ st Buscè); Montanari (43′ st Badjie), Variola (23′ st Danso); Candido (23′ st Buonaventura), Cicarevic (33′ st Cecconi), Guiebre; Volpe. A disp.: Nava, Brighi, Serafini, Marchetti, Cavallari, Battistini. All.: Acori.

ARBITRO: Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto (Barone, Conti)

RETI: 7′ pt Plescia, 4′ st Marchi (rig.), 27′ st De Silvestro.

AMMONITI: Benedetti, Montanari, Casiraghi, Danso.

NOTE: spettatori 900 circa. Angoli: 1-4.

Prima sconfitta dell’era Acori ter per il Rimini, caduto nello scontro diretto disputatosi nella tana del Gubbio. Mister Acori opta inizialmente per un 4-2-3-1. Linea difensiva composta da Ferrani e Petti centrali, con Venturini e Viti sugli esterni. Davanti alla difesa la coppia Montanari-Variola mentre a supporto di Volpe, unica punta, la qualità e la fantasia di Guiebre, Cicarevic e Candido. Dopo nemmeno un minuto Volpe entra nell’area avversaria e dopo un contrasto con Benedetti finisce a terra, per l’arbitro è tutto regolare. Al 7′ il Gubbio passa. Casoli lascia partire un cross teso dalla destra, inserimento di Plescia la cui incornata termina alle spalle dell’incolpevole Scotti. Al 13′ Variola ci prova da lontano, il suo diagonale rasoterra viene neutralizzato da Marchegiani. Al 24′ Volpe appoggia a Cicarevic, palla sulla destra per l’accorrente Candido che lascia partire una bella conclusione, la sfera termina sopra la traversa. Al 29′ Candido scodella al centro un bel pallone dalla bandierina, imperioso stacco di Ferrani la cui incornata esce di un soffio alla destra del portiere. Al minuto 40 Volpe riceve palla in prossimità del limite dell’area e appoggia indietro per l’accorrente Guiebre, il gran sinistro del numero 11 biancorosso termina di poco fuori misura. Si va al riposo con i padroni di casa avanti 1-0. Dopo 3′ dalla ripresa delle ostilità duello nell’area biancorossa tra il neo-entrato Buscè e Casiraghi, il fantasista umbro termina a terra e l’arbitro concede la massima punizione. Dal dischetto Marchi non sbaglia. Al 14′ Casiraghi recupera palla sulla trequarti e conclude di prima intenzione, palla di poco a lato. Sul capovolgimento di fronte Buscè termina a terra in area dopo un contrasto con un avversario, per il direttore di gara è tutto regolare. Al 19′ Candido tenta di sorprendere il portiere con un sinistro a giro da posizione defilata, Marchegiani è attento e blocca. Al 27′ i padroni di casa realizzano anche il tris con De Silvestro che avanza per vie centrali e conclude dalla distanza, la palla che trova l’angolo alla destra di Scotti. Al 42′ Guiebre lascia partire un gran sinistro dall’out mancino, la sfera termina di poco alta. Dopo 5′ di recupero al “Barbetti” termina 3-0.

Ufficio stampa Rimini F. C.