RIMINI-PORDENONE 2-2

RIMINI (3-4-1-2): Scotti; Venturini, Ferrani, Brighi; Simoncelli (11′ st Bandini), Alimi (11′ st Montanari), Variola, Guiebre; Candido (22′ st Cicarevic); Arlotti (40′ st Petti), Volpe (22′ st Buonaventura). A disp.: Nava, Serafini, Viti, Danso, Cecconi, Cavallari, Badje. All.: Righetti.

PORDENONE (4-3-1-2): Bindi; Florio (31′ st Semenzato), Barison, Stefani, De Agostini; Gavazzi (31′ st Bertoli), Burrai, Bombagi; Ciurria (47′ st Damian); Magnaghi (22′ st Berrettoni), Candellone. A disp.: Meneghetti, Lo Noce; Nardini, Bassoli, Cotali, Zamuner. All.: Tesser.

ARBITRO: Cudini di Fermo (Mariottini, Meocci).

RETI: 44′ pt Arlotti, 2′ st Barison, 30′ st Buonaventura (rig.), 34′ st Candellone

AMMONITI: Venturini, Simoncelli, Ferrani, Petti

NOTE: spettatori 2.053 (abbonati 1.224, paganti 829). Angoli 3-7.

Secondo pareggio consecutivo per il Rimini che, dopo l’1-1 conquistato mercoledì sull’ostico campo del Vicenza, ferma la marcia della corazzata Pordenone al termine di un match combattuto e ricco di emozioni. Mister Righetti disegna il tradizionale modulo inserendo dal primo minuto, rispetto alle prime due uscite stagionali, Brighi per Petti, Variola sulla mediana per Montanari e Candido a supporto del tandem di attacco Arlotti-Volpe. Dopo 2′ di gioco il Pordenone si rende pericoloso con un tentativo di Gavazzi da distanza ravvicinata, Scotti è già alla giusta temperatura e si oppone con efficacia. Al 12′ Ciurria avanza sulla sinistra e nei pressi del limite dell’area tenta la conclusione, Scotti blocca a terra con sicurezza. Sul capovolgimento di fronte i biancorossi protestano per un presunto fallo di mano in area di un difensore su un cross dalla sinistra di Guiebre, il direttore di gara lascia correre. Al 17′ Candido allarga bene sulla sinistra per Volpe che, dopo un paio di finte, impegna il portiere con un diagonale insidioso. Al 37′ Candido triangola con Arlotti e da posizione defilata lascia partire un bel diagonale, la palla colpisce l’esterno della rete. Minuto 44′, il Rimini passa. Simonceli mette in mezzo dalla destra, la palla respinta dal portiere arriva sui piedi di Arlotti che, dal limite, lascia partire un gran sinistro che batte l’estremo difensore. E’ il primo centro tra i professionisti per il giovane talento riminese. Si va al riposo con i ragazzi di mister Righetti avanti 1-0. Dopo due giri di lancette dalla ripresa delle ostilità i ramarri impattano. Gavazzi mette in mezzo dalla destra, Magnaghi controlla e prova la conclusione, sulla palla si avventa Barison che, appostato sul secondo palo in posizione giudicata regolare, insacca. Al 16′ Burrai mette in mezzo dalla bandierina, Barison incorna e coglie la traversa, Magnaghi sempre di testa prova il tap-in ma Scotti si supera e salva la propria porta. Un minuto più tardi Candellone lascia partire un sinistro in diagonale, Scotti ancora una volta si oppone. Al 21′ Guiebre, dopo una bella iniziativa sull’out mancino, assiste Candido che si accentra e prova la conclusione a giro, la sfera termina di poco a lato. Al 29′ Cicarevic ruba palla a Stefani che poi, nel tentativo di mettere in angolo di testa, travolge in area il montenegrino, l’arbitro non ha dubbi e indica il dischetto. Dagli undici metri bomber Buonaventura, pordenonese di nascita, riporta i biancorossi in vantaggio. Al 34′ i neroverdi pervengono nuovamente al pareggio. Burrai mette al centro su calcio piazzato dalla trequarti, Candellone di testa batte Scotti. Dopo 4′ di recupero termina 2-2, con i ragazzi di mister Righetti sotto la Curva Est a raccogliere l’applauso dei propri supporter.

Ufficio stampa Rimini F. C.