RIMINI-PORDENONE, LA VIGILIA DI MISTER RIGHETTI

Dopo le due positive prestazioni con le corazzate Triestina e Vicenza, che hanno fruttato 4 punti preziosi per la classifica, domani il Rimini di mister Righetti ospiterà al “Romeo Neri” il Pordenone, un’altra big del campionato (fischio d’inizio ore 14.30). Così il tecnico biancorosso alla vigilia della sfida. “Ho pronosticato che sono 6/7 le formazioni candidate alla vittoria finale. Oltre alle due incontrate il Pordenone è sicuramente una di queste, assieme al Monza che con l’avvento di Berlusconi ha ancora maggiori potenzialità, la Feralpi Salò, la Sambenedettese e lo stesso Sud Tirol. Noi fino a questo momento abbiamo fatto bene, soprattutto abbiamo dimostrato di potercela giocare. Domani mi auguro di potere continuare questo trend anche contro il Pordenone”. I presupposti per far bene ci sono tutti. “Il morale è alto la squadra sta bene anche fisicamente, siamo pronti. Poi, dopo tre gare in otto giorni seguite a un lungo periodo privo di impegni ufficiali, avremo a disposizione una settimana tipo nella quale preparare al meglio la sfida successiva”. Il condottiero biancorosso torna sulla formazione friulana. “Di norma giocano con un 4-3-1-2, disponogno di tanti giocatori esperti che hanno militato in categorie superiori, hanno gamba, tiro, sono completi sotto tutti gli aspetti e sono allenati da un tecnico molto preparato. Noi dovremo essere bravi a limitarli per poi cercare di colpirli con le nostre armi quando ne avremo la possibilità”. A spingere i ragazzi in maglia a scacchi ci sarà il pubblico del “Romeo Neri”. “E’ il nostro fortino e ringrazio la nostra gente perchè non smette mai di sostenerci. Anche mercoledì, a Vicenza, vederli sugli spalti per incitarci sino alla fine è stato un motivo di orgoglio, vuole dire che qualcosa di buono abbiamo fatto. Domani spero la stessa cosa, per continuare a vivere insieme questo momento magico rappresentato dal ritorno del Rimini in Serie C. Per cosa firmerei? Posto che firmo sempre e solo per vincere, vorrei una bella partita che diverta la gente e che la squadra faccia la prestazione. In tal modo avremo maggiori possibilità di fare risultato e il nostro pubblico sarà contento perchè i ragazzi avranno dato il 110 per cento”.

Ufficio stampa Rimini F. C.