RIMINI-IMOLESE 2-1

RIMINI (3-4-2-1): Scotti; Romagnoli, Brighi, Petti; Simoncelli (35′ pt Viti), Montanari (20′ st Righini), Variola (1′ st Valeriani), Guiebre; Arlotti (38′ st Pasquini), Cicarevic; Traini (46′ st Ambrosini). A disp.: Rapisarda, Cola, Vesi, Mazzavillani. All.: Righetti.

IMOLESE (4-1-3-2): Rossi; Boccadamo (1′ st Salvatori), Checchi, Boccardi, Guatieri; Carraro; Garattoni, Valentini (30′ st Miotto), Borrelli (14′ st Franchini); Ferretti, Titone (24′ st Pittarello). A disp.: Mastropietro, Montanaro, Pellacani, Sereni, Galanti. All.: Gadda.

ARBITRO: Carrione di Castellamare di Stabia.

RETI: 8′ pt Traini, 25′ pt Checchi, 38′ pt Guiebre.

AMMONITI: Brighi, Arlotti, Ferretti, Guatieri, Garattoni.

ESPULSI: al 15′ della ripresa allontanato dalla panchina il responsabile sanitario del Rimini, dott. Cesare Gori. Al 18′ allontanato Galanti durante la fase di riscaldamento. 

NOTE: spettatori 3610 (2342 abbonati, 1268 paganti). Angoli: 10-4.

ll Rimini si aggiudica meritatamente il big match contro l’Imolese, allunga a +10 il proprio vantaggio sui rossoblù e mette una seria ipoteca sul successo finale. Davanti a un pubblico caldo e numeroso mister Righetti si affida al tradizionale modulo inserendo, rispetto all’undici domenica corsaro a Budrio, Traini per l’indisponibile Buonaventura e Montanari per Righini. Dopo soli 9′ i biancorossi passano. Arlotti entra in area sulla destra e mette in mezzo per Traini che da due passi non sbaglia. E’ il secondo centro in cinque giorni per l’attaccante riminese. Al 16′ Simoncelli mette in mezzo teso dal fondo, Traini da posizione defilata può solo provare la spizzata, nulla di fatto. Quattro giri di lancette più tardi lo stesso Simoncelli mette in mezzo una bella palla dalla trequarti, Petti si inserisce sul secondo palo ma non ci arriva per un soffio. Al 23′ Garattoni viene contrastato da Brighi in area e finisce a terra, l’arbitro concede il rigore tra le proteste biancorosse. Sul dischetto va Titone che conclude angolato ma Scotti si distende e respinge, Checchi si avventa sulla sfera e insacca. Al 38′ il Rimini torna in vantaggio grazie a un eurogol di Guiebre. Il numero 77 lascia partire un sinistro improvviso dalla distanza, e da posizione defilata, che colpisce la parte interna del palo e si insacca facendo esplodere il “Romeo Neri”. La prima emozione della ripresa dopo nemmeno due giri di lancette, Titone lascia partire un tiro-cross insidioso dalla trequarti, Scotti si rifugia in angolo. Sul capovolgimento di fronte grande apertura di Traini per Cicarevic, il montenegrino serve Arlotti che conclude dal limite, Rossi spedisce in corner. La posta in palio è altissima e la gara molto combatutta. Al 28′ Righini mette al centro su punizione dalla trequarti, Valeriani stacca di testa ma non inquadra il bersaglio. Al 32′ Cicarevic raccoglie una respinta della difesa e conclude dal limite, palla di poco a lato. Un minuto più tardi Garattoni mette al centro un rasoterra insidioso, la palla attraversa tutta l’area senza che nessun giocatore rossoblù riesca ad agganciare. Al 44′ Ferretti controlla palla al limite e lascia partire un sinistro violento, Scotti è attento è blocca. E’ l’ultima emozione, i biancorossi festeggiano il pesante successo assieme ai propri tifosi.

Ufficio stampa Rimini F. C.