MEZZOLARA-RIMINI, LA VIGILIA DI MISTER RIGHETTI

Dopo il corroborante successo casalingo sul Lentigione, che ha permesso alla capolista Rimini di riportarsi a +7 sull’Imolese, domani i biancorossi saranno di scena a Budrio, sul campo del Mezzolara (si gioca alle ore 15). Alla vigilia dell’impegno mister Luca Righetti tiene alta la guardia. “La classifica dice che i valori tra le due squadre sono diversi, a questo punto del campionato nulla è però scontato perché ciascuno ha degli obiettivi. Giocando con l’aggressività e la voglia degli avversari il nostro maggiore tasso tecnico potrà fare la differenza, diversamente sarà difficile. Fondamentale sarà l’atteggiamento, che per quanto ci riguarda dovrà essere quello visto domenica”. Una prova, quella esibita nell’ultima uscita, dal peso specifico ben superiore ai 3 punti incamerati. “Specie a livello morale ci ha dato una grossa mano. Dopo quella con la Colligiana, la peggiore partita giocata sotto la mia gestione, è arrivato il miglior primo tempo che potessimo disputare. E’ chiaro che dopo lo scontro diretto di giovedì con l’Imolese avremo un quadro più preciso di come potrà andare a finire questo campionato, propedeutico al tutto sarà il match con il Mezzolara. Domani dobbiamo vincere a tutti i costi”. L’attenzione non può dunque che spostarsi sulla formazione emiliana. “E’ una squadra giovane, una squadra che corre molto e che tra le mura amiche fa sempre molto bene, con la stessa Imolese non avrebbero meritato di perdere. Loro hanno necessità di punti per salvarsi, noi per vincere il campionato, sarà una gara vitale per entrambi. Noi però siamo il Rimini e dobbiamo andare là per vincere”. L’ultima battuta sul fatto che si giocherà conoscendo già il risultato dell’Imolese. “Paradossalmente non dovremmo nemmeno guardarlo, dobbiamo pensare solo a noi stessi”.

Ufficio stampa Rimini F. C.