MARIGNANESE-RIMINI 1-2

MARIGNANESE: Azzolini (1’ st Di Renzo) , Sanchini A., Grandoni, Conti (1’ st Romani), Gnaldi (1’ st Sanchini G.), Samba, Carnesecchi (1’ st Tonelli), Fabbri (1’ st Mazzoli), Pensalfine (1’ st Marcai), Santoni, Angelini. All.: Lilli.

RIMINI (3-4-2-1): Rapisarda (1’ st Rocchi); Vesi (10’ st Romagnoli), Cola (1’ st Brighi), Mazzavillani (10’ st Petti); D’Addario (1’ st Perazzini), Valeriani (1’ st Montanari), Righini (10’ st Variola), Viti (10’ st Arlotti); Tompte, Simoncelli (10’ st Guiebre); Traini. All.: Righetti.

Buon test, in vista del recupero nella tana della Colligiana in programma domenica, per il Rimini di mister Luca Righetti. Questo pomeriggio, sul sintetico attiguo il campo centrale di San Giovanni, i ragazzi in maglia a scacchi hanno superato di misura in amichevole una battagliera Marignanese, formazione militante nel campionato di Eccellenza. Pronti via e dopo un paio di minuti la squadra allenata da Simone Lilli si rende pericolosa con Pensalfine, Rapisarda si oppone con efficacia. Al 5’ i biancorossi passano con Tompte che recupera un pallone e con un destro preciso non lascia scampo al portiere di casa. Al 22’ i gialloblù pareggiano con Santoni, ben servito da Pensalfine, che dal limite lascia partire una conclusione che si insacca a fil di palo. Dieci minuti più tardi ci prova Simoncelli su calcio piazzato da posizione defilata, il suo rasoterra è bloccato da Azzolini. Due giri di lancette e Tompte, al termine di una bella azione personale, entra in area e conclude sfiorando il palo. Al minuto 36 Righini mette al centro dalla bandierina, Viti schiaccia di testa e la palla termina di poco a lato. Al 39’ Angelini va via sulla sinistra e cambia gioco per l’ex Carnesecchi, tocco al centro per l’accorrente Fabbri, altro ex biancorosso, la cui conclusione non trova il bersaglio grosso. La prima occasione degna di nota della ripresa, caratterizzata dalla tradizionale girandola di sostituzioni, coincide con l’episodio che decide la contesa. Corre il 15’ quando Tompte entra a contatto in area con Carnesecchi e termina a terra, l’arbitro concede la massima punizione. Dagli undici metri Traini non sbaglia. Al 22’ l’attaccante ghanese mette al centro per Arlotti la cui incornata finisce di poco sul fondo. Al 31’ lo stesso Arlotti crossa per Traini, il colpo di testa della punta biancorossa viene deviata in angolo da Di Renzo.

Ufficio stampa Rimini F. C.