Scopriamo lo Sporting Trestina, domenica al Neri

Gli umbri dello Sporting Trestina arrivano a Rimini sulle ali dell’entusiasmo: con Fiorucci in panchina due vittorie in due partite.

Sporting Trestina, la storia.

Al Romeo Neri domenica in scena un match inedito, quello con gli umbri dello Sporting Trestina. La società viene fondata nel 1950 a Città di Castello e dopo tante esperienze nelle serie minori dilettantistiche nel 2000 raggiunge la Promozione, nella stagione 2003-2004, sotto l’attuale presidenza di Leonardo Bambini, approda al campionato di Eccellenza. Nel 2010-2011, dopo aver disputato 3 finali play off e tre finali di Coppa Italia, approda attraverso i Play Off al Campionato Nazionale Dilettanti dove conquista per tre stagioni di fila la salvezza. Nel quarto campionato in serie D però gli umbri retrocedono ma il patron Bambini riparte di slancio, riportando nel 2015-2016 i bianconeri in serie D.

Campionato Serie D 2017-2018

Lo scorso campionato ha visto gli umbri inseriti nel girone con le laziali e le abruzzesi e protagonisti di una salvezza tranquilla con in panchina Riccardo Zampagna, ex attaccante di Ternana ed Atalanta. Zampagna per intraprendere la carriera di allenatore, dopo aver vinto un campionato di Prima Categoria con il Macchie e aver sfiorato la promozione in Eccellenza con l’Assisi, ha fatto con il Trestina il suo debutto in Serie D e per compierlo ha lasciato anche la tabaccheria di famiglia. Dopo la salvezza tranqulila la dirigenza dello Sporting Trestina però fa altre scelte e affida la conduzione tecnica a Marco Branchi ma risultati non arrivano. E così Branchi viene sollevato dall’incarico dopo 13 partite, l’ultima la sconfitta di Cesena contro il Romagna Centro. Una decisione maturata dopo 3 vittorie un pareggio e 8 sconfitte.

La svolta con Fiorucci

Per risollevare le sorti dei bianconeri dello Sporting Trestina viene chiamato Silvano Fiorucci (in foto), lo scorso anno in panchina a Citta di Castello, retrocesso in una situazione societaria complicata. Fiorucci sembra aver trasformato la squadra, per lui parlano i risultati. Dopo la vittoria in trasferta per 3 a 2 nel super derby con il Sansepolcro di Schenardi è infatti arrivato il bis casalingo, per 1 a 0, contro l’attrezzato Montevarchi. Al Neri arriva quindi una squadra in netta ripresa, sei punti in due gare, 4 goal segnati (domenica scorsa su rigore) e vogliosa di fare risultato. “Domenica scorsa la squadra mi è piaciuta molto di più che ha Sansepolcro” ha dichiarato Fiorucci al termine della vittoria “più unita, più compatta. Abbiamo conquistato una vittoria importante e pesante, ma ancora il nostro cammino è lungo e non abbiamo fatto tutto quanto dobbiamo e possiamo, perché il campionato è molto difficile. C´è tanto lavoro da fare e dobbiamo pensare al Rimini che vorrà rifarsi. Quindi tutti sul pezzo, come abbiamo fatto contro il Montevarchi”. Osservato speciale Ridolfi, autore di 4 reti (due su rigore) di quello che sulla carta è tra gli attacchi più sterili (il secondo) del girone. Mister Muccioli sa bene bene quanto possa fare la differenza la testa e l’entusiasmo e quindi l’impegno di domenica al Neri contro Sporting Trestina è da prendere assolutamente con le pinze. Necessaria una prova di carattere e intensità come l’ultima casalinga contro il Mezzolara.